MEMORIA - Una chiesa siciliana

Memoria è il progetto secondo classificato del concorso ad inviti per il nuovo complesso parrocchiale Redemptoris Mater di Cinisi.
Il progetto è stato concepito come un piccolo campus della fede: un unicum con ambienti altamente vivibili, in stretta relazione tra loro e dal forte impatto spirituale. Il progetto nasce con naturalezza dal dialogo con il contesto storico, artistico e sociale e dall’utilizzo sinergico dell’architettura con pratiche fondamentali per gli uomini e le donne dei nostri giorni come la musica e la biologia, l’agricoltura e la sociologia, la psicologia e la religione.
Il risultato è un complesso parrocchiale emozionale progettato allo scopo di (ri)generare spiritualmente fedeli, cittadini e visitatori grazie a spazi dinamici su vari livelli, organizzati “sinfonicamente” a voler riproporre un piccolo borgo autosufficiente e vissuto quotidianamente da una comunità contemporanea, forte e aperta al mondo, che guarda al futuro con la certezza di Dio.

La chiesa, diretta “figlia” della Cattedrale di Monreale, ne reinterpreta in chiave contemporanea alcuni suoi aspetti. Il profilo dell’arco a sesto acuto, che accoglie il grande abbraccio del Cristo Pantocratore del Duomo di Monreale, diventa il modulo generatore della copertura della nuova chiesa.

TAVOLA 1  –  TAVOLA 2  –  TAVOLA 3

Concept e scelte progettuali
1. Il profilo dell’arco a sesto acuto del duomo di Monreale diventa il modulo generatore della copertura della chiesa.
2. Con un gioco di scala che ricorda il vicino Monte Pecoraro, le cupole si affiancano l’una all’altra a disegnare un nuovo ed inedito landmark.
3. Tredici cupole. Dodici delle quali dedicate agli apostoli mentre la più grande rappresenta il Gesù Redentore.
4. La colorazione interna delle cupole è affidata all’azuolo, una tonalità di colore blumarino tipico di alcune antiche casette di Cinisi.
5. La decorazione artistica delle cupole si ispira alle vecchie trame del cucito siciliano, in particolare del tombolo locale.
6. Un calcestruzzo color tufo ha permesso al progetto di avere una grande uniformità delle facciate, che ricordano tanto le tonnare del luogo. Infine 12.170 ceramiche (come i cittadini di Cinisi) sono state posizionate sulla quasi totalità delle facciate e costituiscono il progetto artistico e cromatico “Le pietre di Cinisi”. Così su una di loro, ci sarà anche il tuo nome.

Video di presentazione

Credits progetto architettonico

Architettura e ideazione Francesco Lipari
Liturgista Suor M. Cristina Cruciani
Artista Cesare Inzerillo
Team di progetto Eleonora Menichelli, Luca Bullaro, Vanessa Todaro, Gabriel Belli, Sebastian Di Guardo, Marzia Messina, Ilja Burchard, Joshua Mackley, Elif Tan, Ludmilla Cohen
Strutture DOF Engineering
Strategie ambientali ed energetiche Fabrizio Pizziconi
Illuminazione Giorgio Butturini
Acustica Giancarlo Bianchi
Progetto “Le Pietre di Cinisi” Ceramiche Bevilacqua
Vetrate Artistiche Gianni Lucchesi
Modello di studio Lucchetti srl
Ottimizzazione modello 3D Arturo Tedeschi
Casseformi Peri Marco Tramajoni
Italcementi Luciano Padalino

Credits video di presentazione

Regia e sceneggiatura Francesco Lipari
Voce narrante Carla Carta
Musiche originali Gabriele Giambertone
Motion graphic Lucio Coppa
Animazioni Joshua Mackley
Riprese contesto e riprese con drone Riccio Blu
Montaggio Andrea Pilia

Informazioni

Cliente Arcidiocesi di Monreale
Area 3000 mq
Luogo Cinisi (PA)
Anno 2015